Ultima modifica: 5 dicembre 2016

Eventi

EVENTI

  • 03/10/2017 – ELEZIONI STUDENTESCHE: GLI ELETTI IN CONSIGLIO DI ISTITUTO E ALLA CONSULTA PROVINCIALE

    Abbiamo la nuova rappresentanza studentesca. Con lo spoglio delle schede elettorali delle classi ubicate nel plesso di via Asia si sono concluse le operazioni di scrutinio all’IISS Alfano. Tra le quattro liste presentate la più votata è risultata la n. 2 (332 voti) contrassegnata dal motto latino “Frangar non flectar”, seguita dalla n. 1 (218 voti) “Union omnia vincit”. Terza a sorpresa, distaccata di soli 8 voti, la lista n. 4 (“Tutto il resto è noia”) con 210 voti, seguita dalla n. 3 (“We don’t want a dead president to represent us”) con 116 voti.

    Eletti al Consiglio di Istituto i candidati più votati delle rispettive liste secondo il metodo proporzionale: per la lista n. 2 Alessandra Rea (150) e Zied Gabsi (154); per la lista n.1 Francesca Ricciardi (209) e per la lista n. 4 Andrea Piermatteo (85).

    Eletti alla Consulta provinciale: per la lista n. 1 (511 voti), Zied Gabsi (511 preferenze) e, per la lista n. 2 (307 voti), Antonio Francesco Oto (96 preferenze).

    Ai rappresentanti eletti vanno i complimenti da parte di tutta la comunità scolastica. Dalla Dirigente Scolastica, prof.ssa Concetta Rita Niro, gli auguri di una proficua collaborazione.

  • L’importanza di una vera partecipazione

    ELEZIONI STUDENTESCHE E DEI RAPPRESENTANTI DEI GENITORI ALL’ALFANO

    Fermento nei due plessi dell’I.I.S.S. Alfano in vista delle prossime consultazioni elettorali per eleggere i rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio di Istituto ed alla Consulta provinciale. Nei giorni scorsi, nei corridoi durante la ricreazione e nelle due assemblee, una svoltasi presso la sede del Liceo Scientifico ed una nell’aula magna del Liceo Classico, i ragazzi si sono confrontati ed hanno presentato proposte di iniziative ed attività da offrire a tutta la comunità scolastica. Ben quattro le liste presentate, per un totale di circa novecento aventi diritto (più o meno gli abitanti di un piccolo comune del Molise) che si pronunceranno attraverso il voto per rinnovare la loro partecipazione agli organi di governo del Liceo termolese.

    «L’apporto di impegno e responsabilità, di competenza e sensibilità che la scuola si attende dalle rappresentanze delle varie componenti, genitori, studenti, docenti, personale, non deve mai venir meno, pena l’inaridimento del rapporto con il territorio e con le famiglie e la progressiva perdita di efficacia dell’azione educativa e formativa», commenta la Dirigente Scolastica prof.ssa Concetta Rita Niro.

    Si andrà al voto nella mattina del 2 ottobre ed i risultati si conosceranno già nel primo pomeriggio, quando, dalle 15.30 alle 18.00, sarà la volta dei genitori, chiamati a partecipare alle assemblee di classe presiedute dai docenti coordinatori e subito dopo a votare i loro rappresentanti presso i due seggi, uno per il biennio ed uno per il triennio, allestiti in un’aula del piano terra dell’edificio di viale Trieste.

    «Ci auguriamo» conclude la Dirigente, «che la partecipazione alle votazioni sia superiore alle percentuali degli ultimi anni e che i genitori siano sempre più presenti nella vita della scuola ed attenti alle dinamiche educative che cerchiamo di attivare, diventando con noi ed accanto ai loro figli protagonisti nella costruzione di un percorso formativo sempre più adeguato alle sfide di un contesto sociale in continuo mutamento».

    Decreto del Dirigente Scolastico – INDIZIONE ELEZIONI RAPPRESENTANTI ORGANI COLLEGIALI

  • LA GIURIA SCOLASTICA DELL’ALFANO PER IL PREMIO LETTERARIO BOTTARI LATTES GRINZANE

    La fondazione Bottari Lattes, promotrice dell’edizione 2017 del prestigioso premio letterario internazionale Bottari Lattes Grinzane, che rappresenta la rinascita, in una nuova veste sobria e rinnovata, del celebre Premio Grinzane Cavour, ha scelto l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Alfano da Termoli insieme ad altre 23 scuole superiori d’Italia per la propria giuria scolastica, composta di 384 studenti.

    La prof.ssa Viviana Mucelli, curatrice dell’iniziativa, ha seguito il “centro di lettura” istituito nel Liceo termolese: «Sedici studenti hanno letto ciascuno 4 libri finalisti per la sezione “il germoglio”, libri già selezionati da una giuria tecnica. La votazione è avvenuta a scuola nei giorni scorsi, nel rispetto di tutte le procedure richieste: redazione dei verbali delle sedute, invio al notaio dei plichi, ecc.»

    Uno degli alunni della giuria scolastica dell’Alfano parteciperà, in rappresentanza di tutta la scuola, alla cerimonia di proclamazione del vincitore sabato 14 ottobre presso il Castello di Grinzane Cavour: si tratta di Petronilla Almavilla, alunna del quinto anno del Liceo Scientifico, che assisterà anche ad una “lectio magistralis” dello scrittore Ian Mc Ewan, vincitore del premio Premio Bottari Lattes Grinzane 2017 nella sezione “La Quercia”.

    http://www.fondazionebottarilattes.it/premio-bottari-lattes-grinzane/

    RASSEGNA STAMPA

    Termolionline.it
    Primonumero.it
    Quotidiano del Molise

  • ALL’I.I.S.S. ALFANO, “QUANDO LO SPAZIO INSEGNA”

    Percorso innovativo all’I.I.S.S. Alfano di Termoli – Liceo Scientifico

    All’I.I.S.S. Alfano di Termoli, tra i percorsi didattici innovativi messi in atto, sperimentati e messi a disposizione dell’intera comunità scolastica già dallo scorso anno (http://www.iissalfano.gov.it/wordpress/percorsi-innovativi/), ce n’è uno particolarmente significativo, che in questi giorni è ripartito con l’inizio del nuovo anno scolastico nella classe II F del Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate con nuovi arredi modulari. La Dirigente, prof.ssa Concetta Rita Niro, congratulandosi con i docenti promotori del percorso, ha spiegato: «La parola chiave di questa innovazione è “flessibilità”’: cioè modificare di volta in volta il setting d’aula per rendere il processo di insegnamento/apprendimento più efficace. La matrice aula deve essere ripensata ogni volta, per modificare lo spazio a seconda dell’attività desiderata. La scuola quindi come spazio fisico dove l’alunno non solo trova la propria dimensione cognitiva, ma anche quella emotiva, immaginativa e creativa». La prof.ssa Di Marco (tra i docenti attuatori dell’iniziativa, insieme ai proff. Federica Bucci, Giuseppe Colasurdo, Domenico Mastrogiuseppe, Teresa Moffa, Augusto Piserchia, Antonella Di Rocco, Anna Maria Maiorino) entra nel dettaglio:«I banchi vengono spostati: la disposizione “ad isole” aiuta a lavorare in gruppo (peer education); il “circle time” serve a discutere e confrontarsi; lo “spazio agorà” viene creato invece per condividere presentazioni in modalità plenaria; l’aula diventa uno “spazio laboratoriale” per sperimentare e sviluppare competenze; con i banchi “a ferro di cavallo” si svolge la lezione frontale in cui però il docente ha il contatto visivo con tutti gli studenti e gli studenti tra loro, creando un’area centrale di interazione e di confronto immediato».

    Il progetto “Quando lo spazio insegna”, nato dall’esigenza di un gruppo di insegnanti di svolgere il proprio lavoro rispondendo in maniera sempre più efficace ai bisogni educativi degli allievi, intende riaffermare la centralità della crescita dell’alunno: la didattica non può più limitarsi al mero approccio disciplinare, ma deve puntare alla formazione di interessi e passioni utilizzando tecniche e strategie di insegnamento di tipo attivo, con gli alunni protagonisti della costruzione delle proprie conoscenze.

    La prof.ssa Marianna Di Marco conclude:«All’inizio dell’anno scorso in consiglio di classe abbiamo deciso di metterci in discussione personalmente: infatti nei nuovi setting d’aula anche il ruolo e la posizione dell’insegnante sono chiamati a cambiare continuamente, valorizzando la didattica laboratoriale con l’uso razionale delle nuove tecnologie in un ambiente di apprendimento che promuove la centralità dell’alunno ed esalta la dimensione educativa, il “cuore” dell’attività dell’insegnante: “prendersi cura” dei propri studenti significa mettere in atto dei metodi di insegnamento e di apprendimento utili a costruire ambienti di classe più motivanti e coinvolgenti».

    RASSEGNA STAMPA

    Primonumero.it – Termoli.tvInformamolise.com – PrimopianoMoliseMolisenews24

     

  • 18 e 19 ottobre: il video della II E sul bullismo in finale al VideoFestival

    I ragazzi della seconda E del Liceo Scientifico in finale a Roma al Videofestival

    Il video sul bullismo realizzato dalla II E del Liceo Scientifico approda a Roma in finale. Tra i primi sei in Italia, i ragazzi dell’I.I.S.S. Alfano guidati dal prof. Augusto Piserchia si giocheranno la vittoria nel Concorso “Vivere da Sportivi” il 18 e 19 ottobre. In quella occasione riceveranno un premio speciale per la videolettera su cosa vorrebbero lasciare in eredità alla propria scuola per quanto riguarda lo sport. Il video “Lo sport emargina il bullismo” é stato selezionato anche per partecipare ad una selezione popolare nella quale i primi tre più votati saranno premiati al festival internazionale di Milano. Il nostro video è attualmente primo con più di cento voti. Per votare bisogna andare su Google, digitare “concorso 2017 AICS” e votare il video 433 attribuendo 5 punti.

  • Vota anche tu il video della II G – Liceo Sportivo

    Il video della II G del Liceo Sportivo selezionato per la Cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico

    Il video “In campo senza bulli”, realizzato durante lo scorso anno scolastico dagli alunni Nicola Plescia, Francesco Brakus Greco, Nicolò Granitto, Andrea Di Martino, Francesco Cappiello, Artem Spagnoletti, Francesco Mustillo, della classe II G ad indirizzo sportivo, è stato scelto dall’Ufficio Scolastico Regionale per rappresentare il Molise ed inviato al Ministero dell’Istruzione a Roma, che selezionerà i migliori lavori delle scuole italiane da presentare alla Cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico il 18 settembre 2017. Il video ha partecipato anche al “Concorso Vivere da sportivi” e può essere votato utilizzando il seguente link: http://www.aics.it/?page_id=49202

  • A Francesco Greco Brakus (IIG del Liceo Sportivo) il primo premio al concorso letterario “Vincenzo Cosco”

    Francesco Greco Brakus, alunno della II G del Liceo Scientifico Sportivo dell’I.I.S.S. Alfano da Termoli ha vinto il primo premio al Concorso letterario “Vincenzo Cosco” organizzato dall’A.I.A.C. Molise, riservato agli studenti dei licei scientifici ad indirizzo sportivo della regione Molise, per ricordare la figura dell’allenatore molisano Vincenzo Cosco, prematuramente scomparso. Francesco ha realizzato un elaborato sul tema: «L’uomo che combatte non perde mai».
    Il premio, giunto alla sua seconda edizione, ha visto la partecipazione del presidente nazionale dell’A.I.A.C., nonché vicepresidente Figc, Renzo Ulivieri.
    Insieme al nostro Francesco ha ricevuto il premio anche l’allenatore dell’Isernia Fabio Di Rienzo che, a giudizio degli arbitri molisani, si è distinto nel corso dell’ultimo campionato di Eccellenza per le doti morali e comportamentali. La premiazione si è tenuta il 17 giugno alle ore 16.30 ad Isernia, presente, in rappresentanza del nostro Istituto e del nostro Francesco, il prof. Donato Palermo. La dirigente scolastica prof.ssa Concetta Rita Niro ha consegnato all’alunno il meritato riconoscimento nella giornata di oggi, 29 giugno. Complimenti, Francesco, dalla prof.ssa Di Spalatro, coordinatrice del lavoro, e da tutta la comunità scolastica dell’Istituto Alfano.

  • A “La grande illusione” il primo premio nazionale EIP ITALIA – Scuola strumento di pace

    EIP ITALIA – SCUOLA STRUMENTO DI PACE
    I PREMIO NAZIONALE  ALLO SPETTACOLO TEATRALE La grande illusione” del Progetto “IL FILO DI ARIANNA” 2016-17

    Per il quarto anno consecutivo all’I.I.S.S. Alfano va il primo premio nazionale EIP-Italia.
    La Commissione Ministeriale, presieduta dalla prof.ssa Maria Fedele Grasso, e la Giuria dell’Associazione EIP-Italia – Scuola Strumento di pace, presieduta dalla prof.ssa Anna Paola Tantucci hanno attribuito il I PREMIO Nazionale al lavoro teatrale “La grande illusione”. Motivazione:”La Scuola ha meritato il I Premio per il tema del Concorso. Ci complimentiamo per il  prestigioso riconoscimento alla qualità della formazione dell’Istituto”.

    La Cerimonia di Premiazione, a cui sono stati invitati il Dirigente scolastico, prof.ssa Concetta Rita Niro, i docenti (prof.ssa Lucia Lucianetti, prof.ssa Anna Maria Maiorino, prof. Gianluca De Lena) ed una rappresentanza di otto studenti, si svolgerà a Roma il 25 ottobre presso la Biblioteca Nazionale Centrale.

    LA GRANDE ILLUSIONE

    Lo spettacolo teatrale “La grande illusione” liberamente tratto da “La grande magia” di Eduardo de Filippo, allestito dal laboratorio “Il Filo di Arianna” è stato rappresentato, presso l’Auditorium S. Maria degli Angeli di Termoli, (22,23 e 24 febbraio 2017, 7 spettacoli) e al Politeama di Bisceglie (28 aprile) per la VII edizione della Rassegna Nazionale “Voci del Mediterraneo”.

    Protagonisti con una presenza scenica costante in tutti e tre gli atti  sono stati Antonio D’ortona e Nico Cappella, rispettivamente nel ruolo di Calogero Di Spelta e del prof. Otto Marvuglia, prestigiatore filosofo che, impietosito dalla incapacità del marito di accettare la dura realtà della scomparsa  della moglie Marta (Giada Settanni), fuggita con l’amante Mariano (Luca De Stefano) durante lo spettacolo, inventa per lui l’espediente della scatola e gli offre una ragione per sperare e vivere. Sostengono  il gioco dell’illusionista sua moglie Zaira (Mariangela Iacovelli), l’amico Gervasio (Giorgio Lanza), l’amico Arturo con la figlia Amelia (Nicola Cericola e Cristina Annese), i clienti dell’albergo  (Luca Pellicciotti, Amedea Mastronardi, Chiara De Santis,  Giulia Monaco), e il cameriere  (Luca Selvaggio). Non sono mancati i colpi di scena: il cammeo comico del brigadiere siciliano (Alberto Campopiano) e il cammeo drammatico dell’amico disperato (Francesco Selvaggio). Ma anche in questa  situazione paradossale Eduardo indaga sui rapporti all’interno della famiglia,  spesso  segnati dalla avidità, dal desiderio di potere, dalla indolenza:  Giuseppe Manes (il fratello), Laura Marinelli (la sorella), la madre (Maria De Gregorio), il cognato (Artem Spagnoletti). Puro divertimento la performance di Armando Grande nei panni di Gennarino, domestico di Calogero. E’ un testo influenzato da Pirandello non solo per la tematica del rapporto fra realtà e illusione ma anche per il finale inaspettato e drammatico.    

    A rendere lieve lo spettacolo un numero di ginnastica artistica e  le esecuzioni musicali  “live” strumentali (N.Rota,  E. Morricone) e vocali (Smoke gets in your eyes, A kind of magic) della mini orchestra (Eleonora Cardella, Giulia Monaco, Francesco Selvaggio, Pier. Paolo Vaccaro,Christian Dragonetti, Emanuele Bortone, Daniele Lombardi, Domenico Continillo, Antonio D’Ortona, Silvia Ciampone)  diretta dal prof. Gianluca De Lena. La scenografia, costituita da un fondale di 10m X 3, è stata disegnata e dipinta da Benedetta Biondi, Chiara Coccia, Francesco Leccese e Federica Langiano sotto la guida della prof.ssa Anna Maria MaiorinoLa recitazione, la regia e l’organizzazione dello spettacolo sono state curate dalla prof.ssa Lucia Lucianetti.

  • 01/06/2017 | Le ragazze dell’I.I.S.S. Alfano campionesse regionali di ginnastica

    L’I.I.S.S. Alfano taglia l’ennesimo traguardo sportivo: grazie a Chiara D’Amico (IIG), Alice Lorito (I A), Valeria Di Teodoro (IIA), Laura Incollingo (IB) e alla prof.ssa Carla Meale, la squadra femminile dell’Alfano lo scorso 1 giugno si è laureata campione regionale di ginnastica, categoria allieve. «Un altro successo, questo colto ai campionati studenteschi di Bojano, organizzati dal CONI e dal MIUR, che ci rende orgogliosi dei nostri giovani atleti, distintisi quest’anno in numerose discipline sportive ad ottimi livelli.  Sono particolarmente fiera delle nostre ragazze» – ha commentato la dirigente dell’I.I.S.S. Alfano, Concetta Rita Niro, che nella mattinata del 9 giugno, ultimo giorno di scuola, ha voluto incontrare e premiare di nuovo le sue campionesse, Alice, Chiara, Valeria e Laura, insieme alla prof.ssa Meale. «Quando i nostri ragazzi ottengono il giusto riconoscimento al loro impegno ed al loro talento in contesti più ampi, come in questo caso, la scuola, insieme alla famiglia, è la prima a gioirne e a trarne incoraggiamento a proseguire il proprio quotidiano lavoro nell’avventura educativa».

     

  • “C’è vita in Europa? Sulle orme del nostro futuro”: studenti dell’Alfano ai primi posti del Concorso del Movimento per la vita
    Trentesima Edizione del Concorso Scolastico Europeo del Movimento per la Vita dal titolo “C’è vita in Europa? Sulle orme del nostro futuro”. La commissione esaminatrice ha apprezzato i lavori realizzati dagli alunni del Liceo Scientifico “Alfano da Termoli” attribuendo l’attestato per il riconoscimento del credito formativo a:
    Mainor Cappella (III E), Beatrice Ciarla (IV D), Jessica De Rosa (IVD), Nicola Di Marco (IV A), Ilaria Lomma (V C), Rocco Mastromartino (IV E) e Antonio Oto (III B).
    Sono invece risultati vincitori gli alunni: Jessica De Rosa (dipinto olio su tela), Nicola Di Marco (scultura in rame), Ilaria Lomma (CD-ROM) per essere riusciti, utilizzando modalità diverse ma in modo originale a sviluppare riflessioni e considerazioni personali sul tema oggetto del Concorso.
    Il premio: viaggio a Strasburgo, presso la sede del Parlamento Europeo.
    Complimenti agli alunni per la serietà e l’impegno dalla prof.ssa Elena Renna che ha coordinato il progetto e da tutta la comunità scolastica dell’I.I.S.S. Alfano.



Questo sito utilizza esclusivamente cookies tecnici ed analytics per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi