Il Filo di Arianna

IL FILO DI ARIANNA
-conoscere il teatro-

Dal 1992 il nostro Laboratorio promuove una attività finalizzata a suscitare negli studenti l’interesse per il teatro tramite la drammatizzazione di importanti testi letterarii europei e svolge contemporaneamente un’analoga opera di sensibilizzazione e di divulgazione sul territorio, replicando gli spettacoli durante le manifestazioni dell’ estate termolese e partecipando alle Rassegne nazionali di Teatro della scuola.
Il progetto interdisciplinare “ Il filo di Arianna “ è stato ideato per valorizzare abilità e risorse dei nostri alunni che non avrebbero altra possibilità di manifestarsi nella scuola e ciascuno partecipa, in base alle proprie attitudini e ai propri interessi, alle diverse e numerose attività che la realizzazione del progetto prevede.
L’obiettivo a breve termine è quello di avvicinare i ragazzi al teatro non per indurli a divenire attori, ma per suscitare in tutti, sia in quelli che agiscono sulla scena sia in quelli che assistono in platea, il desiderio di gustare uno spettacolo teatrale e offrire l’occasione per cogliere nelle pieghe del testo già letto o sconosciuto i problemi della vita reale con cui ci confrontiamo quotidianamente.
L’obiettivo a medio termine è quello più ambizioso di farne spettatori consapevoli e critici e soprattutto desiderosi di continuare anche fuori della scuola il colloquio ideale che si instaura con il teatro.
L’emozione derivante dall’assistere ad una rappresentazione dal vivo è molto forte; è difficilissimo sottrarsi alla magia , alla seduzione che si irradia dalla scena, soprattutto se il testo rappresentato ha un’alta valenza comunicativa.
L’allestimento di uno spettacolo, pur avendo un aspetto ludico, è in realtà estremamente impegnativo ed esige regole ferree di autodisciplina e di solidarietà perché lo spettacolo non regge senza il gioco di squadra.
Ciò che possiamo e dobbiamo offrire ai nostri studenti è la cultura (nelle sue molteplici forme) che noi riteniamo cibo indispensabile per la vita di una comunità civile.
“ La ruota della fortuna” Teatro Lumiere 21,22,23 marzo 2013
Il testo originario “Caviale e lenticchie” scritto da G.Scarnicci e Tarabusi è stato rielaborato e arricchito da canzoni e balletti per ricostruire l’atmosfera e il contesto storico in cui si svolge la vicenda.
La scelta di questo testo è motivata dal fatto che sotto l’apparenza della commedia brillante affronta i temi sempre validi del confronto fra utilità e onestà, tra amore e interesse, dei rapporti fra classi sociali diverse, sempre ispirandosi alla MUSA dell’IRONIA.
Il progetto si articola in Laboratori Teatrali (Recitazione, Scenografia, Danza e Musica) a cui partecipano 50 alunni di tutte le classi del nostro liceo.
La messa in scena dello spettacolo teatrale è curata dai docenti prof.ssa Lucia Lucianetti, prof.ssa Viviana Mucelli, prof. Alessandro Di Palma, Maestra Antonella De Blasiis.

La coordinatrice del progetto
Prof.ssa Lucia Lucianetti